Newsletter radio Speciale Màt

postato in: Uncategorized | 0

Ciao a tutti e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la nostra mitica newsletter. È terminato Mat. Ma forse questa affermazione non è del tutto corretta. Infatti non dimentichiamoci che la Settimana della Salute Mentale comprende anche la fantastica serata “Meglio Matti che corti”, una rassegna di cortometraggi tutti incentrati sul tema del disagio psichico, rassegna giunta ormai alla nona edizione e durante la quale il pubblico avrà anche l’opportunità di votare il suo corto preferito. Noi di Radio Liberamente saremo naturalmente là, carichi come sempre, per realizzare videointerviste che in qualche maniera documentino l’evento e che sappiamo essere tanto gradite al nostro pubblico. L’appuntamento è per venerdì 17 novembre al cinema Astra.

La settimana di Mat è stata molto impegnativa ed intensa, ma a noi come Radio ha regalato tante soddisfazioni. Innanzitutto perché mai come quest’anno la maggior parte dei nostri speaker ha partecipato attivamente al lavoro, dimostrando impegno e passione. E poi perché, proprio grazie alla disponibilità di molti di noi, è stato possibile partecipare a numerosi eventi, che ci hanno arricchito non solo per il lavoro svolto durante o dopo gli stessi con le nostre interviste, ma anche perché i contenuti degli incontri sono stati anche quest’anno molto interessanti e utili a scopo informativo, ma anche nella lotta contro il pregiudizio e lo stigma che ancora sono presenti riguardo al mondo della Salute Mentale. Gli incontri di Mat offrono l’opportunità di sensibilizzare le persone innanzi a questa tipologia di problematiche e la loro attrattiva (è bene ricordarlo) consiste anche nel fatto che alcuni di essi sono stati incentrati su teatro, cinema, musica, sport e arte, andando quindi oltre i classici convegni e dibattiti. E forse il momento più coinvolgente è stato quello della tradizionale  marcia, partita da Piazza Matteotti e terminata a La Tenda, una camminata che quest’anno ha visto l’importantissima partecipazione di Marco Cavallo, una grande statua equestre che possiede un significato simbolico straordinario relativamente all’evoluzione delle idee sulla salute mentale. Marco Cavallo ha una storia molto significativa, rappresentativa di coraggio e libertà, nonché di lotta contro tutti i pregiudizi, ed averlo durante la marcia è stato grandioso per tutti noi. E poi, non possiamo non sottolinearlo, contemporaneamente al tradizionale Aperimat svoltosi allo Spazio Nuovo, dalle 20 alle 21 al Teatro dei Segni, sempre a Modena, si è svolto “Quel che resta”, spettacolo teatrale organizzato dal Gruppo l’Albatro/Teatro dei Venti, che ha visto la partecipazione (come attori, naturalmente) dei nostri Luca Bartoli, Giulio Ferrari e Maria Chiara Papazzoni, sempre bravissimi (dei veri artisti!).

E Maria Chiara e Giulio sono stati anche tra i protagonisti del dibattito “Abitare il teatro per promuovere salute mentale e cultura”, svoltosi alla Tenda mercoledì 25 ottobre. Insomma, il Mat ancora una volta ci regala suggestioni e fonti d’ispirazione, speriamo con le nostre interviste di donare un po’ della sua straordinarietà anche a chi non ha potuto partecipare agli eventi dal vivo. Martedì scorso invece abbiamo ripreso con le nostre trasmissioni Parkour e Dieci alle Cinque, qui sotto i link per ascoltarle. Grazie, alla prossima! 

parkour 31 ottobre 2023 | Spreaker